Vai ai contenuti della pagina

Territorio

Marina dei Presìdi

Affacciato sulle limpide acque del Tirreno e sull’Arcipelago Toscano, contornato dalle dolci colline e dai vigneti della Maremma, il Promontorio dell’Argentario è un vero angolo di Paradiso che s’innalza come maestoso guardiano di una costa rimasta selvaggia ed autentica come secoli fa. Quasi un’isola, collegato alla terraferma da due sottili lembi di terra, la Feniglia a sud – 6 km di spiaggia bianca e una superprotetta pineta – e la Giannella a nord – più larga e aperta alla viabilità – che insieme delimitano la grande laguna di Orbetello, e dove si consiglia di non mancare all’ora del tramonto per un romantico aperitivo, ammirando il sole che scende sull’orizzonte accanto alla sagoma di Talamone.

Il cuore pulsante di questa terra sono però i suoi tre paesini: la vivace e animata Orbetello punto d’accesso d’eccellenza al promontorio, affacciata sulla laguna; Porto Ercole, il vero gioiello dell’Argentario, piccolo, scenografico, sovrastato dalle due fortezze spagnole luogo passato alla storia anche per averci passato gli ultimi anni di vita Caravaggio ed infine Porto Santo Stefano, arrampicato sulle colline che circondano il porto da dove partono i traghetti per le isole di Giannutri e del Giglio.